;

 


11 | 08 | 2020
Arabic English French German Italian

Statistiche
Visite agli articoli
2814859

Abbiamo 11 visitatori e nessun utente online

Login Form

africaneLa teologia delle donne africane
 
La teologia africana ha bisogno di due ali per volare. La teologia degli uomini non puo’ raggiungere la giusta quota senza il contributo delle donne e la teologia delle donne non vuole procedere senza quella degli uomini. Questo il messaggio principale del discorso con cui Mercy Amba Oduyoye, maggiore teologa africana, formata a Cambridge e con esperienze d’insegnamento ad Harvard e allo Union Theological Seminary di New York, ha inaugurato nel 1989 ad Accra, Ghana, il Circle of Concerned African Women Theologians (Circolo di teologhe africane impegnate), un Circolo di studiose africane impegnate a riflettere principlamente su questioni di religione e cultura e sul loro impatto sulla vita delle donne in Africa.

Leggi tutto...

emorroissaLa figlia di Giàiro e la donna che toccò il mantello di Gesù
 
Il brano evangelico oggetto del presente studio compare in tutti e tre i vangeli sinottici, dei quali quello di Marco (5, 21-43) ne riporta una versione più lunga, più ricca di particolari, cosa che ne agevola una migliore comprensione e, di conseguenza, rende possibile un maggiore approfondimento del suo significato.

Leggi tutto...

 eliaLa vedova di Sarepta
 

Animazione teologica: una donna portatrice di speranza nella precarietà
Premessa

A partire dal testo biblico della “vedova di Sarepta” (1 Re 17) interrogarci sulla precarietà della vita senza ignorare le  possibilità/opportunità, a volte inaspettate, di cambiamento.

Leggi tutto...

L’evangelo della sola grazia:

 

liberazione della gratuità oltre la logica dell’utile
 

 

•Alla soglia del silenzio Le lancette dell’orologio non si fermano….gli orologi digitali scattano secondo dopo secondo disegnando i loro numeri squadrati sui vari innumerevoli display su cui, tra un impegno e l’altro, tra una corsa e l’altra, gettiamo di tanto in tanto uno sguardo preoccupato, ansioso, frettoloso…Un regalo insolito è fermarsi e prendere tempo per sé, tempo d’esistere, tempo di respirare accorgendosi che lo si sta facendo… tempo “perso”? Sì, tempo perso per l’ingranaggio della produzione, dell’agitazione….tempo perso, tempo di Dio.

Leggi tutto...

AVVISO: I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, si accetta l'utilizzo dei cookie da parte nostra. I nostri sono solo cookie tecnici, ovvero quelli in grado di registrare informazioni per non costringerci a digitarle ogni volta che visitiamo il sito.